About

Habit.A - Abitare le Alpi del Sud nella prospettiva dei cambiamenti climatici / Habiter les Alpes du Sud face au changement climatique è un progetto di ricerca che si inserisce all’interno del programma di cooperazione transfrontaliera INTERREG V-A FRANCIA-ITALIA ALCOTRA 2014/2020.

A partire dalla consapevolezza che parlare oggi di sostenibilità di un edificio non significa soltanto misurarne l’eco-efficienza, ma essere in grado di valutarne anche la compatibilità con il contesto ambientale, architettonico e culturale in cui è inserito e la capacità di interagire con il territorio, creando concrete opportunità di sviluppo sociale ed economico, il progetto Habit.A ha come obiettivo quello di identificare gli elementi di base necessari a compiere questa valutazione multilivello. Individuare i giusti parametri è infatti la prima azione indispensabile per rifunzionalizzare con efficacia il patrimonio edilizio esistente e per guidare la eventuale realizzazione di nuove costruzioni.

L’iniziativa, partita nel 2015, ha avviato l’attività di ricerca nel 2017. I primi risultati dello studio sono arrivati nel 2019. Capofila del progetto è l’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Cuneo, che ha sviluppato l’attività in collaborazione con diversi partner*beneficiari italiani e francesi, sia istituzionali che tecnici. Il lavoro si concluderà nella primavera 2020. Il progetto ha ricevuto complessivamente un finanziamento di 660mila euro, fra fondi europei e co-finanziamenti nazionali.

Il contesto di riferimento su cui si concentra Habit.A è il territorio montano, pedemontano e rurale delle Alpi del Sud, a cavallo tra Italia e Francia, fra cuneese e Dipartimenti delle Hautes Alpes e delle Alpes de Haute Provence. Qui è nato una sorta di distretto-laboratorio, che potrà in futuro diventare modello per altri contesti compresi in area ALCOTRA.

Habit.A si fa portavoce di un cambiamento innanzitutto culturale e punta sulla capacità di scommettere su un nuovo approccio di “responsabilità” verso il patrimonio costruito e da costruire.

Il pubblico a cui si rivolge l’iniziativa è ampio e coinvolge sia i progettisti (architetti, ingegneri e tecnici) che le istituzioni e il personale delle amministrazioni pubbliche, così come la popolazione più in generale, con una particolare attenzione ai giovani e al mondo della scuola.

Il progetto si sviluppa in tre macro-aree di intervento, declinate a partire dai tre concetti chiave: PROGETTARE, IMMAGINARE e CONOSCERE.

FINANZIAMENTI E PARTNERARIATO

Il Progetto di ricerca europeo Habit.A è finanziato
dal FESR, nel Programma INTERREG V-A FRANCIA-ITALIA ALCOTRA 2014/2020.
Il partenariato della ricerca è composto da:


Ordine Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Cuneo
MORE

Ordine Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Cuneo (Ente capofila)

L’Ordine professionale è un ente non economico di diritto pubblico istituito nel 1923 con lo scopo di regolare le professioni intellettuali e sottoposto alla vigilanza del Ministero della Giustizia. L’Ordine Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Cuneo è stato istituito nel 1961, è costituito dall’Assemblea degli iscritti, dal Consiglio dell’Ordine e dal Consiglio di Disciplina e conta circa 1300 iscritti. Oltre ai compiti istituzionali persegue la qualità e la cultura della professione dell’Architetto, del Pianificatore, del Paesaggista e del Conservatore attraverso scelte generali e programmate, adeguate a regolare i rapporti tra l’attività degli iscritti e l’interesse pubblico, a promuovere il rapporto tra categoria e società, a permettere la formazione permanente degli Iscritti ed il loro aggiornamento professionale. L’Ordine degli Architetti PPC di Cuneo è stato ente capofilia del progetto Interreg Alcotra “USAGE DEL TERRITORIO” durante la programmazione 2007-2013: www.usagedelterritorio.com/

LINK
Ordre des Architectes Provence-Alpes-Cote d’Azur
MORE

Ordre des Architectes Provence-Alpes-Cote d'Azur

L’Ordine degli Architetti Provenza-Alpi-Costa Azzurra è stato istituito con lo scopo di regolare, a beneficio della cittadinanza e delle professioni intellettuali di interesse pubblico legate al mondo dell'architettura. La principale mission è promuovere e preservare la qualità architettonica, garantendo l'interesse pubblico all'architettura.

LINK
Regione Piemonte – Direzione Agricoltura
MORE

Regione Piemonte – Direzione Agricoltura

La Direzione Agricoltura della Regione Piemonte si occupa di politiche e programmazione in ambito agricolo. Svolge un ruolo di primaria importanza nella gestione delle politiche territoriali e ambientali che insistono su una rilevante porzione di territorio e pone tra i suoi obiettivi strategici l'individuazione di metodiche e strumenti volti ad aumentare la sostenibilità e la resilienza delle attività umane, intese sia come processi produttivi che come realizzazione di infrastrutture.

LINK
Pays Serre – ponçon Ubaye Durance
MORE

Pays Serre - ponçon Ubaye Durance

Pays S.U.D. ha come vocazione di accompagnare e sostenere con la propria struttura comuni, comunità di comuni, o associazioni in territorio alpino e il monitoraggio dei loro progetti. Pays mette a disposizione della collettività le competenze del proprio personale tecnico per preparare le richieste di sovvenzioni, negoziare con i partner finanziatori a livello di Stato, regione, dipartimento e attuare i programmi pianificati.

LINK
IISBE ITALIA R&D Srl
MORE

IISBE ITALIA R&D Srl

La società IISBE Italia Srl nasce per fornire all'Associazione IISBE Italia il supporto tecnico-scientifico e operativo per le attività di ricerca e sviluppo a livello nazionale e internazionale. L'Associazione IISBE Italia è il Chapter italiano di IISBE (International Initiative for a Sustainable Built Environment), una organizzazione senza scopo di lucro il cui obiettivo principale è quello di promuovere e agevolare l'adozione di politiche, metodi e strumenti per favorire un ambiente costruito globalmente sostenibile. Opera in diverse attività fra cui la certificazione di edifici, aree urbane e ambiti territoriali secondo il sistema di rating nazionale “Protocollo Itaca”.

LINK
EnvirobatBDM
MORE

EnvirobatBDM

EnvirobatBDM riunisce i professionisti della costruzione e della pianificazione per la generalizzazione dello sviluppo sostenibile nelle azioni di costruire, riabilitare e sviluppare, principalmente nella nella regione del Sud della Francia. Per questo, l'associazione sostiene il progetto degli Edifici e Quartieri Sostenibili del Mediterraneo (QDM e BDM), un marchio di qualità ambientale basato sul sistema di garanzia partecipativa. Produce anche molte risorse per l'edilizia sostenibile e organizza corsi di formazione per sviluppare competenze utili a tutti gli attori nel settore delle costruzioni.

LINK
CIFRE CHIAVE DEL PROGETTO
Italia
BUDGET TOTALE

390.000€

BUDGET FESR

331.500€

QUOTA COFINANZIATA

58.000€

Francia
BUDGET TOTALE

270.000€

BUDGET FESR

229.500€

QUOTA COFINANZIATA

40.500€

Totale
BUDGET TOTALE

660.000€

BUDGET FESR

561.000€

QUOTA COFINANZIATA

99.000€